2012 - Podistica Lippo Calderara

Vai ai contenuti

Menu principale:

2012

Sezione Giovanile > Archivio Articoli
2012

PIEVE DI CENTO -1a PROVA BOLOGNA CROSS
1a prova del circuito Bologna Cross con tappa a Pieve di Cento. Tra i cadetti rivediamo in corsa il nostro Luca Pagani dopo la prova sottotono della settimana precedente. Il dolore al ginocchio si è affievolito e Luca può tornare a dare battaglia tra i primi anche se al traguardo sarà secondo dietro a Luca Malpighi, in questo momento fuori dalla portata del nostro Luca, anche perchè sicuramente il ragazzo che corre per Imola ha nelle gambe diversi allenamenti in più. Nella categoria ragazze buona prova di Michela Guidotti cha a fronte di 24 partenti conquista un buon ottavo posto. Ancora assente Alice Brighenti che accusa ancora un dolore alla caviglia e assente anche Chiara Manfredini impegnata nella locale squadra di pallavolo del suo paese.

IMOLA, CDS CROSS RAGAZZI/CADETTI
22 gennaio, a Imola si corre la prima prova del Campionato di Società categoria ragazzi e cadetti. Luca Pagani nella categoria maschile e Chiara Manfredini tra le cadette ci rappresentano insieme a Diana Pasquini per la prima volta sui 2 km. a motivo del cambio di categoria. Pagani non è al meglio della forma, oltre avere un dolore al ginocchio che si trascina da un po di tempo. La sua prova è in effetti piuttosto incolore, mai impegnata in una lotta di vertice e infatti il suo piazzamento finale dopo 2 km e mezzo è al 19° posto. La gara è  dominata dagli imolesi Mengozzi e Bernardi che si aggiudicano i primi due posti. Bena anche Luca Malpighi al settimo, ma stavolta il nostro Luca non si è mai inserito nella lotta per le prime posizioni. Nella categoria femminile Chiara rimane quasi subito tagliata fuori dalle prime posizioni anche se rimane comunque nel gruppo che conduce la gara. Purtroppo senza un finale adeguato Chiara si deve accontentare del 7° posto, quando almeno altre tre atlete avrebbo potuto essere superate se fossestata un po piu briullante nello spunto finale. La gara è vinta dalla brava Imane Zouhir che si conferma atleta di punta in questo tipo di gare. Passarella invece di Diana Pasquini che corre più per onor di firma che altro e lo conferma il 41° posto.

MODENA E PARMA, GARE DI SPECIALITA' INDOOR
Anno nuovo e cambio di categoria per molte atlete. Tra queste Anna Maria Gaetano e Diana Pasquini, che si cimentano per la prima volta nella nuova categoria nelle loro specialità più congeniali, il lancio del peso e il salto in lungo. Anna Maria è impegnata il 22 Gennaio a Modena in una riunione regionale incentrata sui lanci, Diana la settimana successiva farà il suo esordio nella categoria a Parma. Quest'anno il peso è aumentato di 1 kg., quindi Anna Maria lancerà per la prima volta col peso da 3 kg, anche se in allenamento è già diverso tempo che usa questo peso, con risultati a volte migliori delle misure che raggiungeva in gara col peso da 2 kg. Comunque sia esordio ufficiale col nuovo attrezzo e al primo lancio è subito un ottima misura, 9 metri e 55 cm, naturalmente primato personale che la pone al 3° posto dopo il primo turno di lanci. Dopo un secondo lancio di poco inferiore, i successivi sono davvero da..dimenticare. Un po la tensione della gara e un po l'appagamento del risultato ottenuto non le consentono di ripetersi sulla misura d'entrata, e cosi quello sarà il suo miglior lancio che le frutterà il 5° posto, con le prime due atlete oltre i 10 metri, addirittura la vincitrice, la parmense Baruffini, conclude con 11 metri e 16. Comunque un buon esordio nella categoria con la prospettiva di ulteriori miglioramenti se la ragazza saprà affrontare le gare con la giusta determinazione mentale senza lasciarsi troppo conidizionare dalle avversarie. La settimana successiva è Diana a fare l'esordio nella categoria. 33 sono le atlete che si alternano in pedana (quest'anno i salti sono 4) e al primo tentativo è un nullo di pochi centimetri. Vanno decisamente meglio le cose al secondo salto salto e il risultato lo conferma: 4 e 68 che migliora il suo recente primato personale di 4 cm; 5 atlete fanno meglio della nostra ragazza con una punta oltre i 5 metri, che fa capire che questo primo anno da cadetta sarà molto impegnativo. Ma quello che conta è migliorarsi ed è quello che succede al 3° salto, concluso in buca con un eccellente 4 e 78, primato personale. L'ultimo salto terminerà con un ulteriore nullo pizzicato ma con una misura molto vicino ai 4 e 80. Diana conclude la gara al 7° posto ma con gran soddisfazione per il personale. Quando gli allenamenti diventeranno più specifici la ragazza sarà sicuramente in grado di competere con le migliori della regione.

CAMPIONATI REGIONALI INDOOR CADETTI
Campionati regionali cadetti a Modena con grande partecipazione di molti atleti provenienti da diverse città della regione. Le gare si articolano nell'arco di una giornat con inizio al mattino per proseguire nel pomeriggio. Ci presentiamo con due atlete, neo-cadette, Diana Pasquini e Anna Maria Gaetano che si cimenteranno subito con le migliori della regione. Diana scende in pista la mattina per la prova sui 60 metri. C'è da dire che causa la neve che ha colpito un po tutta l' Emilia nelle ultime due settimane le nostre ragazze non hanno potuto allenarsi al meglio delle condizioni, costrette quasi sempre a ripiegare in palestra dove sicuramente non si possono eseguire al meglio le varie prove, sia di corsa, lancio o salto.Comunque al via si presentano 65 ragazze divise in 11 batterie, primi 6 tempi finale e i successivi 6 per la finale dei secondi. Come detto causa il tempo Diana non ha potuto provare ne partenze ne prove specifiche di velocità anche se la partenza, in 10a batteria, non è nemmeno da buttare. I problemi nascono quando si tratta di mantenere la velocità iniziale, cosa che non riesce e cosi sarà terza all'arrivo col tempo di 8 e 73, decisamente lontano dal suo personale outdoor ma anche leggermente peggio del tempo che ottenne lo scorso anno ai regionali ragazze. Brave la Iori (mollificio modenese) e Fattori (atl.reggio) che si qualificano con 8"08 e 8"09 e che in finale fanno ancora meglio: 7"95 per Iori e 7"99 per Fattori, tempi eccellenti anche perchè sono entrambe al primo anno nella categoria. Diana si collocherà al 23° posto, anche se sappiamo che la ragazza certamente non è nello sprint che da il meglio. Nel primo pomeriggio scende in pedana Anna Maria, che si presenta con la terza misura tra le partecipanti. Purtroppo già dal primo lancio le cose non sembrano girare per il verso giusto anche se col secondo lancio a 9 e 04 si guadagna il diritto ai 3 lanci di finale, dove però non riuscirà a migliorare la misura. Vince come da pronostico la parmense Baruffini con 11,08 (e altri due lanci oltre gli 11 metri) mentre Anna Maria si classificherà al settimo posto. Nella prova di salto in lungo torna in pedana Diana dopo la prova mattutina nei 60 metri. 40 sono le ragazze che si alternano ai salti, e come al solito il primo salto di Diana è un nullo, con rincorsa completamente sballata su una pedana a lei notoriamente indigesta.Intanto già un paio di atlete sono atterrate oltre i 5 metri....Solito aggiustamento della rincorsa e il secondo salto, fatto un po in sicurezza è già meglio e la misura di 4 e 58 fa ben sperare in un ultimo alto dove dovrà guadagnarsi la possibilità di disputare i 3 salti di finale. Purtroppo Diana non migliorerà la misura precedente e all' ultimo alto le viene pure soffiato l'ultimo posto disponibile per i 3 salti di finale. Diana sarà cosi 10a, stessa misura della 9a ma inevitabilmente fuori dalla finale. All'ultimo salto di finale vincerà la prova Denise Atzori con 5 e 14 davanti a Martina Manzini con 5 e 11. In questa specialità le più forti sono del 97 quindi per Diana c'è tutto il tempo per far esperienza e cercare di migliorarsi con la ripresa della bella stagione.

FERRARA, 2a PROVA CAMPIONATO DI SOCIETA' CADETTI / CASTENASO, 36a CAMMINATA
2a prova del CDS cross ragazzi/cadetti a Ferrara, importante perchè sarà l'ultima prova valida per la selezione degli atleti che parteciperanno ai Campionati Italiani di Cross per regioni. Presentiamo 2 atleti, Luca Pagani e Chiara Manfredini. Dopo le nevicate di soli 15 giorni prima si corre in una bella giornata di sole con temperatura quasi primaverile su un percorso piuttosto veloce. Nella categoria cadette la vittoria va a Carolaine Magliani (Pol. Arceto) davanti alla poliedrica Matilde Avanzini (la ragazza è primatista regionale cadette nel..salto in alto !!), mentre Imane Zouhir, vincitrice nella prova precedente, conclude al settimo posto. Al 9° posto si classifica la nostra Chiara, che con questo piazzamento si guadagna la convocazione per gareggiare a titolo individuale agli italiani per regioni che si terrarann oa Correggio il prossimo 4 marzo. Nella prova cadetti i primi 3 classificati sono i medesimi della prima prova di Imola, cioè Mengozzi, Bernardi e Attardo. Bella conferma di Andrea Uccellari (4°) e  Davide Barbieri (Virtus BO) quinto. Purtroppo il nostro Luca resta tagliato fuori dalle prime piazze e conclude in sofferenza al 14° posto e questo gli impedisce di sperare in una convocazione (che infatti non avviene) come per Chiara per i prossimi italiani.
Il giorno dopo si corre a Castenaso la tradizionale camminata e tra le ragazze segnaliamo il 5° posto di Michel Guidotti, mentre nelle cadette (solo in 3 al via) si presenta al via Chiara Manfredini nonostante avesse corso solo 24 ore prima e anche Diana Pasquini torna a cimentarsi su una gara su strada. Diana fin che può da una mano a Chiara tirandole un po la gara che verrà vinta dalla nostra ragazza mentre Diana sarà 3a al termine comunque di una buona gara.

BOLOGNA, 4° MEMORIAL BRASCHI - CAMPIONATO PROVINCIALE INDOOR
Molti giovani si sono dati appuntamente per Il Braschi Day 2012, valido per il campionato Provinciale indoor 2012. L'evento è stato spostato a marzo per via delle nevicate di febbraio che hanno reso impossibile lo svolgersi della manifestazione. Come sempre molto lungo e articolato il programma delle gare che inizia nelle prime ore del pomeriggio per terminare in serata. Si comincia con i 40 ostacoli e nella categoria cadette si presenta ai blocchi Diana Pasquini pur senza una specifica preparazione. Solo 9 le partecipanti divise in 3 batterie da 3 dove i primi 4 tempi disputeranno la finale e i successivi 4 la finale dei secondi. Buona la partenza per Diana anche se poi viene a mancare la fluidità nel passaggio tra gli ostacoli. All'arrivo sarà terzo posto col tempo di 7"58, purtroppo non sufficente per poter disputare la finale A. Nella finalina Diana si prende la soddisfazione della vittoria migliorando di un centesimo i ltempo, conquistando cosi il 5° posto finale. Anche alcuni esordienti si misurano nelle varie discipline e così segnaliamo il 10° posto di Simone Bianco nel lancio del peso esordienti A, il 15° di Elettra Legami nei 40 metri piani e il 6° nel lancio del peso (esordienti B). Nella categoria A degli esordienti 5° posto per Alessandra Negro, nono per Simona La Neve e 11° per Annalisa Amovilli. Queste giovani atlete faranno il bis disputando anche la gara dei 40 metri unitamente a Nicole Paradisi. Tra queste miglior piazzamento per Alessandra Negro, ventesima. Nella categoria ragazze arriva un insperato titolo provinciale: nel lancio del peso per la prima volta in pedana va Elisa Cattabriga (che sicuramente non ha il fisico...della lanciatrice) ma che con una buona tecnica e un discreto braccio lancia la palla di 2 kg. a mt. 8,39, misura che le vale il secondo posto, ma essendo la vincitrice un atleta fuori provincia ad Elisa va il titolo provinciale. Elisa correrà poi, insieme a Rachele Campagni anche i 40 metri piani. 14° posto per Rachele (6"65) e 16° posto per Elisa (6"76). Ancora nei 40 metri, stavolta cadette, esordio di Giulia Casali che termina la prova in 7"05. Nel lancio del peso (cadette) sale sul podio Anna Maria Gaetano (terza) con una misura al di sotto del suo standard, 8,72, mentre al 4° ritroviamo Diana Pasquini con la misura di 8 e 37. Una terza medaglia arriva dalla pedana del salto in alto ragazze, dove Rachele Campagni è terza con la misura di 1,25, superata molto bene anche se le prove successive non sono andate bene la ragazza ha dimostrato di avere ottime potenzialità.

MEZZOLARA, 3a PROVA BOLOGNA CROSS
La 3a prova valida per il circuito Bologna Cross fa tappa a Mezzolara dove si corre in una splendida giornata primaverile. Abbiamo 3 rappresentanti al via, tutti cadetti, nella prova sui 2 km: Luca Pagani, Chiara Manfredini e Diana Pasquini. 17 i maschi in gara e 13 le ragazze, che danno vita a una bella gara dove Luca, in ripresa dopo le ultime prestazioni, si mantiene sempre nella parte alta della gara che concluderà al 3° posto, dietro al virtussino Davide Barbieri e Natan Lodi del Cus Bologna. Tra le cadette la vittoria va alla favorita Imane Zouhir. con la nostra Chiara al secondo posto e anche lei in evidente ripresa, dopo che le ultime prove l'avevano vista un po imballata, causa anche dell'allenamento di carico che svolgeva con la squadra di pallavolo. Al 7° posto rivediamo una Diana Pasquini a cimentarsi in unacampestre e stavolta si nota anche un po di determinazione in più, con buono spunto nel finale e un decoroso settimo posto. Oramai siamo agli sgoccioli della stagione invernale e a  breve finalmente cominceranno le gare su pista dove i nostri  atleti si esprimeranno al meglio nelle prove a loro più congeniali.

SANT'AGATA, 4a CAMMINATA TERRA D'ACQUA
Per la Camminata delle terre d'Acqua di Sant'Agata due nostri cadetti schierati alla via nella prova dei 2 chilometri, Luca Pagani e Chiara Manfredini. Non molto numeroso il campo dei partecipanti anche se nella prova maschile il nostro Luca avrà coem avversario l'altro Luca, Malpighi che nelle ultime prove è  sempre arrivato davanti al nostro ragazzo. Stavolta Luca mantiene la testa insieme a Malpighi che però, dolorante a una caviglia, lascia il via libera alla volata finale dove Pagani stacca l'avversario con una bel rush finale. Nella categoria femminile vittoria per Chiara che precede l'atleta della Lolli Zahra Darouich, dopo una gara corsa un po meglio rispetto le ultime prove.

BOLOGNA, TROFEO DI PRIMAVERA
Il Trofeo di Primavera al Bauman di Bologna inaugura la stagione su pista 2012, anche se di...primavera c'è solo il nome della manifestazione. Le gare si svolgono infatti sono una pioggia incessante che fin dal mattino non ha dato tregua, salvo trasformarsi in alcuni momenti in vero e proprio diluvio. Pista e pedane ovviamente sono ai limiti dell'agilibilità e questo penalizzerà sicuramente le prestazioni degli atleti. Nel salto in lungo cadette femminile in pedana abbiamo Diana Pasquini, proprio nel momento in cui la pioggia scende più forte che mai. Fortunatamente all'inizio gara diminuerà un po di intensita permettendo alle atlete di saltare senza correre troppi rischi. Il primo salto di Diana è 4.51 , diversi centimetri di regalo in pedana e una rincorsa un po..fiacca. Il secondo è simile al primo, solo con almeno 25 cm regalati (4,47 la misura). Nel terzo e nel quarto un po più di velocità di entrata le consentono di saltare prima a 4,57 poi a 4,55. Considerando la giornata e la pedana non è un risultato disprezzabile, considerando che il suo personale all' aperto è di 4,62. Lavorando sulla velocità e sullo stacco sicuramente i risultati saranno di gran lunga migliori. Nel frattempo partono i 1000 metri cadetti, col nostro Luca Pagani al via. 12 atleti si sgomitano alla partenza con l'atleta della F.Francia De Santis che prende subito un buon margine di vantaggio. Luca ai 200 resta nelle prime posizioni per poi mettersi in scia dell'atleta che ha tirato fino a quel momento ma che inevitabilmente comincia ad accusare la stanchezza. Quando mancano 500 metri Luca prende il comando e cosi sarà fino alla fine, con un ultimo giro corso in assoluta solitudine e primo al traguardo con 6 secondi di vantaggio. Il tempo di 2'52"31 è il suo secondo miglior risultato dopo il 2'50"25 del suo personale. Per Luca vale il solito discorso...con un impegno maggiore nelgli allenamenti il nostro ragazzo potrebbe arrivare a risultati davvero importanti. Comunque bravi i nostri due atleti che hanno..assolto al meglio il loro impegno in una giornata dove le condizioni climatiche hanno davvero guastato una bella giornata di sport.

IMOLA, 3° TROFEO GIOVANILE SACMI AVIS
2 giornate di gare a Imola per il Trofeo Giovanile Sacmi Avis. Numerosi i risultati di buon rilievo tecnico, tra cui alcuni dei nostri atleti in gara. Nella prima giornata, finalmente primaverile dopo la pioggia battente della scorsa settimana, presentiamo ai blocchi di partenza degli 80 metri ad ostacoli Diana Pasquini, che sta "allargando" un po le sue specialità anche in previsione di eventuali prove multiple. Nella prima batteria purtroppo cade la favorita Maria Colotti mentre Diana vincerà la sua serie (la terza) col tempo di 14"1 che le vale il primo posto assoluto parimerito con l'atleta di Lugo Alice Tarroni vincitrice della seconda serie. Non male il risultato anche perchè la ragazza non ha svolto alcuna preparazione specifica per la tecnica. Nella categoria ragazze Elisa Cattabriga si cimenta in due prove un po...in antitesi tra di loro: getto del peso e salto in lungo. Nel peso (dove ha vinto qualche settimana fa il titolo provinciale indoor) è un buon quarto posto con la misura di 7,71 (8,39 il suo personale  che le avrebbe consentito di vincere....) mentre nel salto in lungo è seconda con la misura di 3,70, un po sotto le aspettative perchè in allenamento aveva sfiorato più volte i 4 metri. Vince la cussina Dovesi con la misura di 4,01 ma brava Elisa in entrambe le prove disputate. Nei 1000 metri cadetti è atteso Luca Pagani dopo la bella prova di domenica scorsa. Avversari di ottimo livello sono gli imolesi Bernardi e Malpighi. Primi 400 metri a un ritmo piuttosto ridotto dove tutti e tre davanti controllano la gara, poi all'ultimo giro allunga Bernardi con Luca che non molla, mentre perde terreno Malpighi. Finale tirato dove l'imolese deve lottare per resistere al nostro Luca che cede solo negli ultimi metri. Tempo di 2'49"6 per Bernardi e record personale per Luca che ferma il cronometro a 2'50". Davvero un altra bella prestazione del nostro ragazzo che si conferma adatto alla pista e che comincia a diminuire il gap con i più forti. In chiusura nei 300 metri cadette al via Chiara Manfredini, che purtroppo ancora non molto brillante conclude al 3° posto (sia di serie che assoluto) col tempo di 46 secondi netti, ben lontano dal suo personale. Nella seconda giornata di gare ancora in scena Diana Pasquini e nel salto in alto fa il suo esordio in una gara ufficiale outdoor Rachele Campagni, categoria ragazze che qualche giorno prima nelle gare con la scuola ha saltato l'eccellente misura di 1,48, risultato che ovviamente non può essere omologato. Nel salto in lungo ancora non al meglio Diana che azzecca solo il primo salto, 4 e 51 la misura, mentre negli altri 3 non riesce a trovare la velocità e la rincorsa giusta per migliorarsi. Il risultato le vale il secondo posto dietro l'atleta del Pontevecchio Rebecca Jiang vincitrice con 4,87. Ancora un po troppo imballata e mancante di esplosività Diana avrà sicuramente modo di riacquistare la forma. Negli 80 metri piani, gara cui è impegnata subito dopo l'ultimo salto, le cose vanno un po meglio. Diana corre nell'ultima batteria, dove non è impegnata dalle altre avversarie e cosi vince la sua serie col tempo di 11 secondi netti (anche se un paio di cronometraggi "non ufficiali" davano un tempo sotto gli 11...) che le vale il 4° posto. Comunque in questo caso la sua azione è apparsa più incisiva rispetto alla prova del lungo. Per concludere guadagniamo un altro podio nel salto in alto con Rachele che con la misura di 1 e 37 è sul secondo scalino con la stessa misura della vincitrice. Un po la tensione della gara e una rincorsa non proprio eseguita al meglio le impediscono di saltare il metro e 41 che la ragazza ha dimostrato di valere ampiamente.

CASTELFRANCO - MEETING CITTA' DI CASTELFRANCO
Meeting giovamile a Castelfranco articolato nell'arco della giornata. Giornata che alterna momenti di pioggia a schiarite ma nel complesso un clima ideale per gareggiare. Nella mattima gareggiano le giovanissime Nicole Paradisi e Annalisa Amovilli nella categoria esordienti sui 60 mt. piani. Secondo posto nella propria serie per Annalisa col tempo di 10"76 e 6°di Nicole con 10"82, con  piazzamenti finali rispettivamente al decimo e tredicesimo posto. Nel salto in lungo sempre della categoria esordienti la gara viene sviluppata in 3 serie per un totale di 42 atlete. Si comportano bene le nostre due ragazze in gara, Alessandra Negro e Nicole Paradisi, che concludono al nono e decimo posto, con la misura rispettivamente di mt. 3,33 e 3,24, misure che vista l'età hanno già un certo valore. Fa il suo esordio in pista, categoria ragazze, Anna Paola Gigli che nei 60 mt conclude la prova in 10"04, senza aver mai provato una partenza dai blocchi. Sempre nella categoria ragazze si ricimenta nel peso Elisa Cattabriga che stavolta si ferma a 7,17 che le vale il settimo posto. Conclude la mattinata di gara la prova degli 80 metri cadette dove è impegnata Diana Pasquini. 22 atlete suddisive in 5 serie, alcune di queste di assoluto valore, come la campionessa italiana di categoria Julia Viktoria Calliari dell' LC Bozen e le modenesi Iori e Barchi. Stranamente le atlete vengono suddivise tra le varie serie cosi nella prima la Calliari vince a mani basse con l'eccellente tempo di 10"16, a 9 centesimi dal personale (la seconda arriva ...oltre un secondo dopo). La Iori vince senza problemi la sua serie in 10"41. Diama è seconda nell'ultima serie in programma dietro la cussina Federica Borella che vince la serie in 10"92 mentre per Diana il tempo è 11"27, che eguaglia piu o meno l'11 netti manuale della settimana prima. Il suo piazzamento finale sarà al settimo posto. Nel pomeriggio le cose prendono una piega decisamente diversa per i nostri atleti. Nei 1000 metri cadetti di nuovo in pista Luca Pagani, stavolta in volta di favorito anche per la mancanza dei forti atleti imolesi. La gara si sviluppa in una gara a tre tra il nostro ragazzo, Luca Malpighi e l'atleta della lolli Kanziz Yassir. Luca aumenta il ritmo al giro finale, cede Malpighi mentre tiene sorprendentemente l'atleta della Lolli, L'arrivo è molto tirato, la spunta Luca col tempo di 2'49"21, nuovo primato personale e finalmente sotto il muro dei 2 minuti e 50. Eccellente anche il tempo di Kanziz, 2'49"45. Nella prova femminile rivediamo sulla distanza Chiara Manfredini che, molto più sciolta rispetto alle ultime prove anche se ha pagato un po nel finale, è seconda ma col primato personale di 3'13"18, dietro l'atleta della Casinalbo Venturelli. E per concludere, dalla pedana del salto in lungo cadette, arriva un altro primato personale. Diana Pasquini, su una pedana a lei ostica, infila una bella serie di salti che vanno da 4,54 a 4,70 ma nell'ultima prova l'atleta si supera e la misura sarà di 4,84, finalmente una misura di valore dopo le ultime prove un po sotto le aspettative. Bravi dunque tutti i nostri atleti che hanno partecipato con una lode particolare ai nostri tre atleti che hanno migliorato il proprio primato, cogliendo 2 vittorie e un secondo posto.

IMOLA, FINALE REGIONALE CDS CADETTI
A Imola si disputano le finali del CDS di società della categoria cadetti. Presenti le migliori società della regione più alcuni atleti a invito, dei quali 3 fann oparte della nostra società. Sono Luca Pagani e Chiara Manfredini per i 1000 metri e Diana Pasquini per il salto in lungo.. Purtroppo causa un'influenza Diana è costretta a dare forfait, peccato, era una tappa importante per tentare di abbattere il muro dei 5 metri. Si presenta invece al via forte del suo recente personale il nostro Luca, che se la dovrà vedere con i fortissimi Bernardi e Uccellari. La gara è subito tirata, Uccellari detta il ritmo ma Luca si incolla alle sue spalle incalzato da Bernardi. Continua a fare la gara l'atleta della Fratellanza, con Luca e Bernardi subito dietro, ma agli ultimi 200 mt. cambio di marcia dell'imolese che passa al comando, Luca va in debito d'ossigeno finendo un po sulle gambe al terzo posto. I tempi sono eccezionali per tutti e 3: 3'40"79 per Bernardi, 3'42"36 per Uccellari e 3'45"12 per Luca. Primato personali per tutti e 3 gli atleti (Bernardi di oltre 2 secondi) che hanno dimostrato di essere i più forti della regione su questa distanza. Ancora una bella prova di Luca che ha affrontato la gara senza paura, spendendo tutto fino all'ultimo metro. Nella corrispettiva prova femminile prova non troppo brillante per la nostra Chiara, che chiude all'ultimo posto la sua serie, per un decimo posto finale, col tempo di 3'24"59, molto lontano dal suo recente personale, ma capibile la situazione di non brillantezza della nostra ragazza che purtroppo è stata coinvolta, fortunatamente senza danni personali e ai famiari, nel recente terremoto che ha colpito parte della nostra regione.
Alle gare scolastiche con finale a Roma la nostra Diana non si è purtroppo espressa al megli odelle proprie possibilitàe con un salto di "appena"4 e 63 e purtroppo questa misura la  esclude dal podio.

BOLOGNA, CAMPIONATI ITALIANI UISP
Si svolgono al Campo Sportivo Bauman di Bologna le 2 giornate che assegneranno i titoli italiani UISP. Gare che iniziano al mattino di sabato con impegnate le categorie più giovani. Cominciamo con le prove valide per il Triathlon riservate alle categorie ragaze ed esordienti dove schieriamo alcune atlete che si cimentano per la prima volta su pista. Nella categoria ragazze anno 1999 presentiamo Michela Guidotti  e Elisa Cattabriga. Nella prova dei 60 metri piani abbiamo un decimo posto per Michela (9"25, non male per una ragazza che si allena per le prove di mezzofondo) e 19° per Elisa con 9"63. La prova successiva del salto in lungo vede a sorpresa la vittoria di Michela con l'eccellente misura di 4,20, un ottimo risultato considerando che ha provato il lungo un paio di volte la settimana prima della gara. Nonostante continui a eseguire salti molto belli tecnicamente Elisa si accontenta di un 3,88 che le colloca all'ottavo posto nella prova, no nriuscendo ancora una volta a mettere a frutto le buone prove disputate in allenamento dove ha spesso superato anche i 4 metri. La prova finale dei 600 metri vede Michela seconda nella serie più veloce col tempo di 1'55"23 che le vale il 4° posto nella prova. al 16° posto Elisa col tempo di 2'09"82. La classifica finale vede Michela al 4° posto con 1949 punti mentre Elisa si classifica al 15° posto con 1533 punti. Nella categoria esordienti (anno 2001/2002) per la prima volta in una gara in pista Nicole Paradisi, insieme alle più "esperte" Alessandra Negro e Simona Laneve. Nella prova sui 60 metri bella vittoria di batteria di Nicole col tempo di 10"05 (17° posto su ben 47 partecipanti), 21° per Alessandra (10"20) e 43° per Simona (11"10). Nella prova del salto in lungo 3,21 per Alessandra (18°posto) e subito dietro Nicole con 3,20. Simona sceglie la prova del vortex dove ottiene un bel 3° posto con 20 metri e 45 cm. La prova finale dei 600 metri vede impegnate tutte e tre le nostre giovani con Nicole la migliore del gruppo, 2'19"03 (19°) poi Alessandra con 2'36"87 e infine Simona con 2'38"08. La classifica del triathlon vede Nicole al sedicesimo posto (1143 punti), 32° per Alessandra (874) e 45° per Simona (595). Anche nei pulcini presentiamo una giovanissima atleta, Milena Cesari. Anche lei impegnata nella dura prova del triathlon ottiene 11"33 nei 60 metri (25° posto), 2,25 nel salto in lungo (22°) e infine 1'15"86 nella prova dei 300 metri (30°), per un punteggio finale nel traithlon di 439 punti che la collocano al 26° posto. Davvero brave le nostre ragazze che hanno affrontato una delle discipline più impegnative del programma partecipando a 3 gare nel giro di poche ore, e alcune con eccellenti risultati, ma un applauso a tutte le nostre partecipanti per aver partecipato a questa importante manifestazione. Nel pomeriggio vanno di scena i più grandi e nella categoria cadette abbiamo al via 38 atlete per il titolo degli 80 metri piani. Diana Pasquini scende in pista dopo la prova non esaltante avuta nella finale nazionale di Roma degli studenteschi (solo un quinto posto nel lungo con la misura di 4,63) e con almeno un paio di settimane di allenamenti saltati alle spalle. L'obiettivo è comunque centrare la finale che premierà i primi 8 tempi delle serie. 4a batteria per Diana, che sorprende tutti con una partenza perfetta, mantiene un certo vantaggio almeno fino ai 50 metri per poi piantarsi sulle gambe e terminare al secondo posto col tempo di 11"29, non male considerando 1,4 di vento contro. Col 5° tempo al termine delle serie Diana conquista comunque l'accesso alla finale che terminerà all'ottavo posto. Un po scarica e con le gambe appesantite termina la volata col tempo di 11"39, senza mai essere essere in lotta per le prime piazze con vittoria che va all'atleta di Calenzano Alessia Bylykbashi col tempo di 10"88. Nei 1000 metri cadetti serie unica con 12 atleti al via. Favoriti il nostro Luca Pagani, poi il bravo atleta della Lolli Kanziz e infine il romano Esposito che ha il miglior tempo accreditato. Alla partenza Luca prende il comando tirando la prima parte di gara per poi rientrare nei ranghi ai 400 metri, dove passa col tempo di 1'10". All'ultimo giro conduce Esposito, Luca a ruota seguito da Kanziz. A 300 metri dall'arrivo purtroppo Luca compie un "suicidio tattico": con uno scatto improvviso supera l'atleta romano, conduce per un centinaio di metri ma poi ovviamente lo sforzo gli causa un debito d'ossigeno che gli blocca le gambe. Ovviamente Esposito lo sorpassa prima dell'ingresso nel rettilineo finale. Luca tenta una reazione ma le gambe no nrispondono più e cosi sarà secondo al traguardo, col tempo di 2'49"13 (2'48"70 per il vincitore). Resta il rammarico di una vittoria buttata causa una gara gestita male tatticamente. Luca non è nuovo a certe "iniziative" pericolose ma sicuramente sono episodi che come si dice "fanno esperienza". Ricordiamo che Luca tra l'altro era stato convocato per la rappresentativa regionale dove ha rinunciato per gareggiare oggi. Nella seconda giornata di gare finalmente il titolo italiano arriva, e lo conquista Diana nella sua specialità, il salto in lungo, con la misura di 4,73, nettamente inferiore al suo personale, ma quanto basta per vincere la prova con una ventina di centimetri in più della vincitrice degli 80 metri. Ultime ragazze in gara sono Chiara Manfredini e Alice Brighenti.Chiara si presenta al via dei 300 metri da campionessa uscente, ma le ultime vicende che hanno coinvolto il suo paese fanno si che non sia al massimo della forma e del morale. Chiara concluderà comunque con un dignitoso 4° posto in 44"23 mentre Alice terminerà all'ottavo in 45"05.

SASSO MARCONI - MEMORIAL CARBONCHI
Tradizionale Memorial Carbonchi, infrasettimanale a Sasso Marconi con la pèresenza di alcuni nostri atleti. Cominciamo con la più "piccola", Michela Guidotti che prende il via nella prova dei 1000 metri per la categoria ragazze. La gara è vinta dalla favorita Boni dell'Atletica Reggio, per Michela è settimo posto col tempo di 3'34"33. Nella prova corrispettiva maschile, per la categoria cadetti, ritorna alla vittoria Luca Pagani che si aggiudica la prova col tempo di 3'49"26. Passaggio piuttosto rapido ai 400 metri e poi controllo e vittoria sul cussino Lodi a un secondo. Luca aveva partecipato anche pochi giorni prima al Trofeo Ceresini per rappresentative regionali concludendo al 13° posto col tempo di 2'47"03 nella gara vinta dal fortissimo toscano Casini col tempo di 3'39"64. Si rivede in pista anche Alice Brighenti per il suo primo 1000 stagionale, che vince piuttosto facilmente col tempo di 3'17"20. Concludiamo con un altro podio col terzo posto di Diana Pasquini negli 80 mt. col tempo di 11"59, penalizzato dal forte vento contro (-2,1) nella gara vinta dalla cussina Borella col tempo di 11"10.

IMOLA, MEMORIAL CAVULLI
Infrasettimanale a Imola per il tradizionale Memorial Cavulli  con buona partecipazione di diversi atleti anche fuori regione. 2 le atlete della nostra società che partecipano a questa importante manifestazione. Diana Pasquini, fresca vincitrice del titolo nazionale Uisp, si ripresenta sulla pedana del salto in lungo per tentare un ulteriore avvicinamento ai 5 metri, anche se non è in un momento di massima forma. La gara è subito messa al sicuro dalla padovana Salvan che azzecca un primo salto a 5,08, mentre Diana replica con un nullo. Dopo 3 salti la nostra atletà è al terzo posto dietro alla cussina Borella, ma all'ultimo salto, come spesso succede, Diana ottiene la miglior misura della sua performances con 4,73 che le permette di aggiudicarsi il secondo posto davanti all'atleta del Cus. L'altra nostra ragazza presente, Chiara Manfredini, ritrova la forma e la mentalità vincente che le permette di vincere la prova sui 1000 metri col tempo di 3'14"61, non molto distante dal suo personale. Per Chiara e per Luca Pagani convocazione nella rappresentativa regionale che domenica a Fidenza sarà impegnata al Trofeo Ceresini.

MAJANO, MEETING INT. - REGGIO EMLIA, TROFEO GALEOTTI
Riprende l'attività dopo il periodo estivo con alcune gare in diverse località della regione e non solo. A Majano (Udine) il 7 settembre  si svolge un incontro internazionale riservato alla categoria ragazzi/e a cui hanno partecipato ben 23 squadre di cui 8 straniere con rappresentanti di Serbia, Polonia, Gran Bretagna e altre nazioni..Nella selezione dell'Emilia Romagna viene convocata per il salto in alto la nostra Rachele Campagni, la quale si presenta alla manifestazione dopo un po di tempo di...ferie. Nonostante la poca preparazione la ragazza non delude e guadagna un brillante terzo posto con un'eccellente 1,51, primato personale strabattuto e conferma di essere una delle saltatrici in alto più forti della regione (se non la più forte per quest'anno..). Davvero un ottimo inizio per la seconda parte della stagione e sopratutto con grandi prospettive di miglioramento. Col suo terzo posto Rachele contribuisce alla vittoria della rappresentativa dell'Emilia Romagna di questo meeting internazionale. A Reggio Emilia per il trofeo Galeotti in pista sugli 80 metri Diana Pasquini, un po arrugginita per l'inattività estiva e per il carico di lavoro, che termina la sua prova negli 80 metri col tempo di 11"99.

SCANDIANO, MEMORIAL BREVINI
Con le scuole oramai finite e le vacanze estive alle porte, cala un po la tensione anche la voglia di allenarsi, anche a fronte del gran caldo di questo periodo. A fine giugno (26) c'è un meeting che si svolge a Scandiano, in un pomeriggio piuttosto ventoso. Nei mille metri cadetti Luca Pagani si aggiudica la prova con una gara giudiziosa. Mancano i "big" della specialità ma Luca assolve al meglio il compito andando a vincere col tempo di 2'48"74. Nella corrispettiva prova femminile un po sulle gambe Chiara Manfredini che non va più in la di un quinto posto col tempo piuttosto modesto di 3'26"75. Anche Diana Pasquini ha le pile scariche e lo si vede prima negli 80 metri piani dove  conclude con un 6° posto in 11"39 (vittoria della Fattori con 10"09 ma con oltre due metri di vento favorevole) ma sopratutto nel salto in lungo, dove concludendo la gara con un modesto 4,52 ottiene solo un quarto posto battuta da atlete che solitamente restano abbondamente dietro. Questi nostri ragazzi si sono comunque meritati la convocazione x uno stage estivo regionale dove potranno ricominciare a rimetetrsi in forma per la seconda parte della stagione.

REGGIOLO, CAMPIONATI REGIONALI CADETTI/E E RAGAZZI/E
Reggiolo ospita nel weekend del 22/23 settembre i campionati regionali ragazzi e cadetti. Numerosa la partecipazione degli atleti da tutta la regione e anche la nostra società si presenta con un gruppo di atleti pronti a battersi con i migliori della regione. Cominciamo dalla categoria ragazzi dove mettiamo in bacheca un titolo regionale quasi preannunciato, quello di Rachele Campagni, detentrice della miglior prestazione regionale dell'anno che ha la meglio su un gruppo di 22 ragazze con la misura di 1 e 40, sufficiente per vincere il titolo davanti alla ragazza dell'Avis Fidenza Oki Desola che si ferma a 1,37. Rachele sbaglierà i 2 tentativi a 1,46 ma vince un titolo inaspettato almeno fino a un anno fa. Rachele si cimenterà nel giorno dopo insieme a Elisa Cattabriga anche nel salto in lungo, che visto l'elevato numero di atlete (ben 62) viene diviso in 3 gruppi. Rachele con un salto di 3,88 (assolutamente improvvisato) concluderà al 14° posto mentre Elisa, che non fa meglio di 3,61 si ferma in ventiquattresima posizione. Passando ai cadetti c'è attesa per la prova dei 1000 metri dove è impegnato il nostro Luca Pagani che purtroppo paga un po il fatto di non essersi allenato con troppa intensità negli ultimi giorni terminando cosi ai piedi del podio con un 4°posto chiuso in 2'47"86. La vittoria va a un rigenerato Mengozzi col tempo di 3'43"79 anche se resta la sensazione che Luca avrebbe potuto giocarsi meglio le sue possibilità. In campo femminile prova non troppo brillante di Chiara Manfredini nei 300 mt. che conclude all'ultimo posto la sua serie per un complessivo nono posto col tempo di 45"99, ben lontano dal suo primato personale ottenuto lo scorso anno. Anche Diana Pasquini non brilla nelle prove in cui è impegnata. Negli 80 metri (54 le atlete ai blocchi) è terza nella sua serie col tempo di 11"64 che la posiziona al 22° posto generale, mentre nella sua specialità congeniale, cioè il salto in lungo, non riesce ad andare oltre i 4 e 43, pregiudicando in questo modo l'accesso alla finale delle prime 8 rimanendo al nono posto nella gara vinta dall'atleta di reggio Di Punzio con la misura di 4,82. Nel complesso le cose potevano andare un po meglio, ma tutti si sono comunque battuti al meglio delle proprie possibilià.

CASTELFRANCO EMILIA, TROFEO DELLE PROVINCIE
Con il Trofeo delle Provincie che si disputa a Castelfranco Emilia si chiude praticamente la stagione agonistica su pista. Tra i migliori atleti delle varie rappresentative ci sono anche due atlete della nostra società, Chiara Manfredini e Diana Pasquini. Purtroppo la forma oramai è quella che è e sopratutto Diana è già al lavoro per la prossima stagione. I risultati delle due ragazze infatti sono un po al di sotto dei loro standard abituali, nei 300 metri Chiara col tempo di 45"13 chiude a un onorevole quarto posto mentre Diana è sesta nella prova del salto in lungo con la misura di 4,63, in miglioramento rispetto alle ultime prove ma abbastanza lontano dal suo personale. Resta comunque la soddisfazione della convocazione nella rappresentativa di Bologna che ha visto la squadra della nostra città piazzarsi al secondo posto dietro quella di Parma. In precedenza alcune nostre atlete avevano gareggiato in alcuni meeting sparsi nella regione. A Scandiano a metà settembre segnaliamo un terzo posto di Luca Pagani nei 1000 metri col tempo di 2'48"33 in una gara vinta dall'imolese Bernardi col tempone di 2'38"39.


SANT'AGATA BOLOGNESE - 5a PROVA BOLOGNA CROSS
Finita la stagione su pista subito al via la stagione del cross e delle corse su strada. Riprendono cosi le prove di Bologna Cross che si erano interrotte in aprile. Si corre a Sant'Agata in un bel pomeriggio di sole e numerosi atleti si schierano alla partenza nelle varie categorie. Nella categoria Esordienti A maschi bella prova di Alessandro Bastia, che nei due giri in cui era impegnato dimostra una buona attitudine alla...lotta per i primi posti. Dopo un bel primo giro a ridosso dei primi paga un po la fatica nel secondo ma questo non impedisce ad Alessandro di finire con un bello spunto in quinta posizione. Il ragazzo si impegna molto negli allenamenti e sicuramente otterrà risultati che gli daranno delle belle soddisfazioni. Nella categoria B femminile anche Milena Cesari dimostra molta determinazione e riesce a ottenere con una bella volata finale un bel 6° posto. Nelle esordienti A femminile brava Simona La Neve che etrmina la sua prova a metà classifica e brava anche Annalisa Amovilli, che riesce ..un po in sofferenza..a  terminare la sua prima gara. Passando tra i cadetti nella categoria maschile bella gara tra il nostro Luca Pagani e il virtussino Barbieri, con Lodi del Cus Bologna sempre a ruota. La gara si svolge su un percorso tortuoso di curve e salite, all'ultima tornata Luca che tirava momentaneamente la gara accusa un po l'ultima salita, permette a Barbieri di prendere qualche metro di vantaggio e questo sarà fatale perchè nonostante una belal volata finale il virtussino dimostra di avere ancora gamba e resiste all'attacco di Luca. Bella gara e comuqnue bel secondo posto dietro a un avversario che è migliorato molto. Nella categoria cadette Michela Guidotti corre una gara molto attenta sulle atlete della Blizzard e nel finale per poco non riousciva a superare la brava Ashley Donkor. Brava Michela che apapre molto più determinata rispetto le ultime gare e sicuramente in gardo di migliorare di molto anche perchè negli allenamenti non si tira di certo indietro. Per concludere con la categoria cadette Chiara Manfredini corre una gara con buon piglio e sarà seconda dietro alla solita Imane. Come prima gara autunnale c'è da essere motlo soddisfatti dei nostri ragazzi.

MEDICINA - 6A BO CROSS / MOLINELLA - LA VALLAZZA

Si corre a Medicina la sesta prova del circuito Bologna Cross. Nella categoria cadetti Luca Pagani si deve accontentare di un terzo posto dietro il forte virtussino Barbieri e con il cussino Lodi al secondo. Una gara dove Luca non ha mai dato l'impressione di imporsi sugli avversari e il terzo posto finale è la logica conclusione di una gara no ntroppo brillante. Molto bene invece tra le cadette Chiara Manfredini, che finalmente ha la meglio su Imane Zouhir al termine di una bella gara condotta con piglio autoritario fin dalle prime battute. Battere Imane non è impresa da poco perchè la ragazza di Molinella si è sempre trovata a suo agio su questo tipo di terreni. Nella categoria esordienti femminile sempre tenace Milena Cesari che conclude la sua prova al quarto posto. La settimana dopo tappa a Molinella per la consueta Vallazza. A rappresentarci sono due ragazze molto giovani, Simona La Neve nella categoria esordienti e Milena Cesari tra i pulcini. Le nostre due atlete disputano una bella prova, e terminano con un 8° posto per Simona, e 5° per Milena. davvero brave le nostre due piccole atlete ad affrontare questa "lunga" trasferta e onorare la gara con degli ottimi piazzamenti. Per concludere segnaliamo la vittoria di Chiara Manfredini alla campestre del Tintoretto corsa a Bologna  e ancora in gara la piccola Milena Cesari che chiude in sesta posizione

 
Torna ai contenuti | Torna al menu